Ottimizzazione SEO OnPage

23 Settembre 2021Beatrice Dal Ponte

Quando si parla di SEO OnPage si fa riferimento all’attività di ottimizzazione messa in atto all’interno di un’unica pagina web.
Attraverso un insieme di tecniche, con le quali si andrà ad impattare sui singoli contenuti di un sito web, si andrà di fatto a focalizzare l’attenzione sui fattori  di ranking principali presenti in ciascuna pagina col fine ultimo di migliorare il posizionamento all’interno della SERP

In particolare andremo a soddisfare le richieste dei due giudici più importanti:

  • permetteremo al motore di ricerca di comprendere esattamente per quale Search Intent la pagina è pertinente e per quali query merita di rankare. 
  • soddisferemo l’aspettativa dell’utente e gli doneremo un’esperienza interna alla pagina completa ed esauriente.

L’attività di SEO OnPage presenta una dicotomia fra indexing e ranking (per approfondire l’argomento leggi l’articolo: SEO: cos’è, indexing e ranking):

  • Nel  lato indexing un contenuto viene inserito nell’indice di Google in relazione alla sua pertinenza con le query (quante in base a quanto è ampio il search intent del contenuto) presenti all’interno del codice della pagina. 
  • Nel lato ranking, un contenuto verrà posizionato (rankato) in SERP per tutte le query prese singolarmente e in relazione a quanto Google lo ritenga autorevole per le query stesse.

Come si ottimizza una pagina

I principali fattori che si andranno a considerare durante la fase di ottimizzazione di un contenuto web sono:

Keyword Research e Search Intent

Quando lavoriamo sulla singola pagina dobbiamo renderne il contenuto competitivo e, affinché ciò avvenga, esso deve raccogliere la maggior parte delle informazioni necessarie per far si che l’intenzione di ricerca dell’utente sia esaurita.

Composizione dello Snippet

Ogni componente dello snippet dev’essere ottimizzato, inoltre ci sono elementi aggiuntivi opzionali che, se inseriti, devono subire il medesimo trattamento.

Contenuto testuale e visivo

Prestare attenzione al lato content è una prerogativa fondamentale quando si parla di ottimizzazione OnPage. 

Scrivere in maniera semplice, immediata, persuasiva e chiara.

Mettere in risalto le chiavi utilizzando caratteri speciali. 

Suddividere il corpo del testo con Heading Tags (titoli e sottotitoli). 

Dare un nome ad immagini e video caricati all’interno della pagina, ottimizzarne il formato e scegliendo solo elementi essenziali, che possono portare un arricchimento alla pagina web.

Meta Robots

Segnalatori web che informano il motore di ricerca sul comportamento da adottare riguardo al crawling della pagina. I Tag nel campo content possono essere: 

Index / Noindex: segnalatore di indicizzazione o non-indicizzazione della pagina;
Follow / NoFollow: segnalatore di messa o non-messa in crawling del collegamento ipertestuale e di considerarne o meno il valore trasmesso.

Link interni 

I collegamenti ipertestuali interni al sito web sono elementi dal potenziale elevato nell’ambito OnPage in quanto rendono maggiormente leggibile l’intero sito web e consentono agli spider dei motori di rendere la ricerca delle singole pagine più facile ed immediata.

 
Fare SEOONPAGE significa quindi ottimizzare una pagina web secondo i criteri sopracitati in modo da arrivare in indice per una set di query che condividono la stessa intenzione di ricerca.

L'autore del post
Beatrice Dal Ponte
Giovane collaboratrice di Performarsi formata nel digital marketing a tutto tondo. Creo contenuti studiati per arrivare in maniera ottimale agli occhi del pubblico e di Google.

Performarsi Digital S.r.l.

Sede operativa

© 2020 Performarsi Digital S.r.l.