Google Analitycs

Google Analytics rappresenta il più importante indicatore di performance di una strategia digitale - attraverso di esso è possibile monitorare l'andamento e l'evoluzione delle azioni di marketing intraprese ottimizzandone la resa.
La piattaforma raccoglie una grossa mole di informazioni riguardanti il comportamento degli utenti all'interno di un sito o di un app - segmenti di pubblico - canali di acquisizione e obiettivi raggiunti. Occore però sottolineare che trattandosi di un grande database contenente molti dati grezzi - senza una opportuna manipolazione è pressoché impossibile trarre beneficio da una azione di web analysis attraverso Google Analytics. Infatti il problema più delle volte non è quello di avere i dati ma saper cosa guardare e come isolare e integrare i dati tra di loro al fine di ottenere degli indicatori validi.
La nostra decennale esperienza su Google Analytics ci ha portato ad avere una notevole sensibilità su come predisporre azioni di Web Analysis che risultino valide per le aziende in termini di monitoraggio e miglioramento continuo.

Gli elementi cardine di Google Analytics

Esistono alcuni elementi cardine da andare a configurare, isolare e integrare all'interno del sistema. Attraverso di essi è possibile porre le basi per una azione di Web Analysis efficace. Di seguito alcuni elementi cardine da tenere in considerazione nella definizione degli elementi di base per una corretta web analysis

Obiettivi

Setting di obiettivi e micro-obiettivi rappresentano il primo passo in grado di guidare la finalità con la quale verranno processati i dati e rappresenteranno indicatori da integrare all'interno di altre piattaforme quali Google Ads.

Segmenti

La creazione di segmenti predispone il tool a indagini più mirate a alla creazione di archivi da utilizzare per alimentare segmenti di remarketing - ad esempio per raggiungere con adv specifico gli utenti che visitano determinate sezioni del sito.

Integrazioni

Google Analytics deve essere integrato con altre piattaforme (alcune delle quali dell'ecosistema google) quali search console, google ads, adsense o sistemi esterni che grazie ai dati di Analytics avranno una retroazione continua in grado di ottimizzare dei processi.

Dashboard

Premesso il fatto che Analytics offre tantissimi dati grezzi che vanno isolati e manipolati - la creazione di una dashboard permette di creare delle zone attraverso le quali aver sempre a disposizione a colpo d'occhio tali dati.

Data Studio

Data studio permette di generare in automatico dei report con i dati provenienti da Analytics e da altre piattaforme al fine di offrire documenti di sintesi importanti per verificare l'andamento di azioni intraprese.

Google Tag Manager

Attraverso Google Tag Manager è possibile estendere le potenzialità di Analytics andando a creare datalayer capaci di alimentare eventi, segmenti di traffico, campagne, micro-obiettivi e molto altro ancora.
Perché Google Analytics è così importante
Analytics rappresenta lo strumento più importante in grado di offrire una visione a 360° di tutto quello che avviene all'interno dei principali canali dell'azienda. Un account Google Analytics è in grado di ospitare svariate "proprietà" ovvero siti e App da tracciare. Il tracciamento non deve essere un mero indicatore di performance ma un sistema per fornire retroazioni continue in grado di migliorare progressivamente il presidio dei vari canali.

Nel web esistono poche alternative valide a Google Analytics - fra le quali adobe analytics che però molte volte risulta poco intuitivo, meno orientato al digital marketing e difficilmente integrabile ai vari canali di adv.

Consigli sull'adozione di Analytics

Breve vademecum sull'utilizzo corretto di Google Analytics
importanza anlytics
  1. Anche se non intendi usare subito Analytics inizia comunque a tracciare con esso le visite al sito. Questo ti permetterà di avere dati storici da utilizzare quando deciderai di mettere Analytics al centro della tua strategia.
  2. Accertati di possedere un account amministrativo aperto un una email di proprietà dell'azienda e non da parte di una agenzia
  3. Fai convergere tutti i tuoi siti e app all'interno della stesso account
  4. Collega sin da subito Analytics con la search console
  5. Definisci degli obiettivi e inizia sin da subito a tracciarli
  6. Inserisci codici utm all'interno dei link che invii tramite newsletter, whatsapp e social in genere - questo ti permetterà di analizzare il traffico suddividendolo in specifiche campagne.

Resta aggiornato e scopri risorse e strumenti innovativi per la tua azienda 

Performarsi S.a.s

Via Vicenza, 23
36030 – San Vito di Leguzzano (Vi)
[email protected]
P.Iva 03820210247
closecrosshairsfacebook-squarelinkedin-squarebarsdashboardexchangeenvelope-squaregoogledatabasediamond