Come organizzare il tuo Webinar

10 Settembre 2021Beatrice Dal Ponte

A causa dell'arrivo della pandemia, per oltre un anno, a fasi alterne, ogni spostamento era vietato, ma non quello dall'analogico ad digitale

Abbiamo di fatto spalancato le porte a internet ed abbiamo risolto la riuscita di conferenze e riunioni con l’utilizzo di Webinar ed eventi online.

Cos’è un Webinar

Il neologismo inglese nato dalla fusione dei due termini: web e seminar, si identifica in una sessione da remoto possibile tramite la connessione ad internet. Un vero e proprio seminario interattivo in cui i partecipanti possono collegarsi da diversi punti sparsi in tutto il mondo. 

Come ogni altro argomento, anche questo nuovo metodo di lavoro ha i suoi segreti, o meglio, le sue modalità d’uso che ne andranno ad esaltare il risultato.

1. Scelta dell’argomento

Il primo passo è scegliere un focus. Ovviamente l’argomento trattato dev’essere conosciuto a 360° per poter fornire risposte esaustive a qualsiasi tipologia di domanda.

2. Scelta del formato

La scelta del formato, anche se spesso svalutata, detiene un ruolo importantissimo in quando rende chiaro il messaggio che si vuol lanciare o viceversa.

Il formato più popolare per eccellenza sono le Presentazioni, perfette per un pubblico ristretto. 
Troviamo di seguito le Interviste, in cui l’ospite risponde alle domande dell’intervistatore e ad alcune dei partecipanti. 
Ed infine, degno di nota per percentuale di utilizzo è il formato Prodotto, ovvero la presentazione con risposte ad eventuali dubbi riguardo al prodotto in lancio.

3. Scelta della piattaforma

I software per webinar sono sempre di più e ciò permette all’utente di avere una sempre più ampia possibilità di scelta. Dai software a pagamento a quelli gratuiti, da quelli basilari a quelli avanzati. 

Il podio ad oggi nomina come vincitrici queste tre piattaforme:

  1. GoToWebinar
  2. Zoom
  3. Cisco Webex

4. Creazione della pagina di registrazione

La pagina dedicata alla registrazione al Webinar altro non è che una pagina di destinazione che mira ad incoraggiare le persone ad iscriversi alla conferenza online. 

Una buona prassi per la sua realizzazione vede la presenza dell’introduzione all’evento completa di che argomento verrà trattato, in che modo e chi sarà a condurre. 

Pagina di destinazione che nella maggior parte dei casi si traduce con la creazione di una vera e propria Landing Page.

5. Organizzazione dello spazio e del contenuto

Una volta chiari tutti i precedenti passaggi sarà il turno della creazione dell’ambiente, dotato di tutti gli strumenti necessari (per approfondimenti leggi l'articolo: "che attrezzatura serve per fare video su youtube") e del contenuto vero e proprio (arricchito di immagini, video, interazioni e tutto ciò che la fantasia saprà creare) che andrà poi visto dal pubblico.

6. Invitare al Webinar

Tutto è pronto, mancano solo i partecipanti che dovranno essere contatti e spinti verso la Landing. 

In soccorso a quest’ultimo passaggio arriva l’email Marketing. La creazione di una specifica lista di utenti che riceveranno l’invito via mail e che, all’interno della quale, verranno indirizzati alla Landing grazie alla si avrà la vera e propria richiesta di partecipazione.

La realizzazione di un Webinar, per quanto basilare possa essere, è comunque un lavoro che  richiede tempo e dedizione ma che, se fatto bene, può portare a dei risultati straordinari.

L'autore del post
Beatrice Dal Ponte
Giovane collaboratrice di Performarsi formata nel digital marketing a tutto tondo. Creo contenuti studiati per arrivare in maniera ottimale agli occhi del pubblico e di Google.

Performarsi Digital S.r.l.

Sede operativa

© 2020 Performarsi Digital S.r.l.