5 buone ragioni per fare content marketing

Fare content marketing

5 buone ragioni per fare content marketing

Il primo passo è comprendere che cos’è il content marketing, due parole sulla bocca di tanti, ma di cui in pochi sanno veramente il significato. Il Content Marketing Institute lo definisce: “Una tecnica volta a creare e condividere contenuti di valore su un argomento per attrarre, acquisire e coinvolgere un target di riferimento chiaro e preciso, con l’obiettivo di guidare i clienti verso una azione remunerativa“. Bill Gates, nel 1996, aveva visto lungo quando ha pronunciato la nota frase “Content is the king“.

 

Ma cosa si intende per contenuti? Possono essere di vario tipo: articoli, webinar, guideo, video o infografiche che informino un potenziale cliente su un determinato argomento. La vendita diretta non è quindi lo scopo diretto di questo tipo di marketing che mira invece a raggiungere quell’utente che non ha già deciso di acquistare, ma si sta guardando intorno. Un cliente con cui si possa stabilire una relazione stabile, fruttuosa e che possa durare a lungo.

Quali sono i vantaggi che il content marketing può portare alla tua azienda/attività?

1. Aiuta ad ottenere un buon posizionamento organico sui motori di ricerca. In altre parole, è funzionale ad una strategia SEO. I motori di ricerca, Google in primis, premiano tutti questi siti che periodicamente pubblicano contenuti nuovi, attuali e di qualità. Avere una sezione blog, magazine o journal che sia aiuta quindi un sito Internet ad essere ben visto e avanzare come posizionamento sulle pagine dei motori di ricerca. Un vantaggio che quindi possiamo definire anche economico.

 

2. Accresce la reputazione e conferisce autorevolezza al brand. Nel web oggi siamo tempestati da un’offerta sconfinata di siti ed e-commerce che vendono prodotti e servizio di ogni tipo. Come distinguerci dalla massa? Il content è uno degli strumenti più potenti in questa direzione: permette all’utente di trovare delle risposte concrete ai suoi problemi, ma soprattutto dà all’azienda e/o attività una maggiore branding awareness. Cos’è? “La notorietà di una marca, ovvero il suo essere famosa e riconoscibile nella mente degli utenti”.

 

3. Permette di raggiungere potenziali clienti e fidelizzarli. Se in un primo momento il content marketing serve a farsi conoscere sul web e aumentare la propria autorevolezza, il passo successivo è quello di creare con il potenziale cliente una relazione. Dopo averlo intercettato, l’utente deve capire che il nostro brand è affidabile e, tramite contenuti di qualità, possono diventare il suo riferimento in uno specifico settore. Ciò significa che, oltre ad avere intercettato un possibile compratore, questo diventa un cliente fisso.

 

4. Se ben fatto, il content marketing aumenta le vendite. Nel punto precedente abbiamo spiegato come possa permetterci di fidelizzare un cliente. La naturale conseguenza di questo è un aumento delle vendite: se il mio blog diventa un punto di riferimento per tutti coloro che cercano articoli per lo sport, piuttosto che per la pulizia della casa, allora anche il fatturato della mia azienda aumenterà perché nel momento dell’acquisto si sentiranno tranquilli e soddisfatti nel comprare da un’azienda seria e che considerano affidabile.

 

5. Permette di misurare i risultati. Un altro vantaggio che può portare il content marketing è la misurazione e il tracciamento del comportamento degli utenti nel nostro sito. So perfettamente chi vi atterra tramite un articolo del blog e questo può farmi capire se la direzione che ho intrapreso è quella giusta. Se i leads (contatti) che arrivano dalla sezione news non mi soddisfano posso correggere la mira per provare a centrare il mio target di riferimento.

5 buone ragioni per fare content marketing

I primi passi da fare per chi vuole fare content marketing

Creare contenuti e pubblicarli è tutt’altro che sufficiente. Prima di iniziare è opportuno seguire alcune regole che permettono di imboccare la strada giusta:

  • Definire gli obiettivi da perseguire e il target a cui ci si rivolge
  • Preparare un calendario editoriale con previsti contenuti diversi a seconda del canale attraverso cui si vuole veicolare una determinata informazione
  • Creare una strategia che abbia come base di partenza un’analisi del mercato e dei propri competitor.

Non sai da dove partire? Allora affidati a chi lo fa di professione.
Contatta Performarsi, il partner che stavi cercando per il content marketing!

Acconsento al Trattamento della Privacy Policy *