L’Email Marketing a 360°

5 Maggio 2021Beatrice Dal Ponte

L'email marketing è la versione digitale del tradizionale Direct Marketing spedito nelle cassette postali.

I fattori che lo contraddistinguono sono anche i suoi vantaggi.
Grazie all’utilizzo di un piano di email marketing infatti, si andranno a ridurre notevolmente i costi di invio e si avrà modo di essere tempestivi nell’andare a spedire un messaggio studiato ad un numero elevato di persone in target
Si avrà inoltre la possibilità di apportare modifiche “in corsa” e di spingere il lettore ad effettuare un numero svariato di azioni come, ad esempio, atterrare all’interno del sito web attraverso l’inserimento di CTA nel contenuto del messaggio. 

Risulterà facile promuovere prodotti/servizi, arriverà come conseguenza un coinvolgimento da parte dell’utente al Brand, i lead si trasformeranno in clienti una tantum e quest’ultimi diventeranno ricorrenti.

Create Email Marketing

Questi messaggi strategici altamente mirati seguono un percorso di creazione lineare fatto di pochi ponderati step. 

Prima di metterli in atto è bene sapere che una chiave di performance fondamentale nella mailing è il ROI (Return of Investment).
Per ottimizzare il nostro ritorno d'investimento basterà prestare attenzione a pochi semplici punti. 

  • Comunicare con chi si è iscritto alla nostra newsletter. 
  • Comunicare a chi ha acconsentito al trattamento dei dati personali. 
  • Non acquistare liste di contatti. 

Tenendo sempre in mente questi fattori si può procedere con la creazione.

Otteniamo iscritti

Il metodo più consigliato per realizzare la propria mailing list è quello di persuadere l’utente ad iscriversi volontariamente. 

L’utilizzo dei lead magnet ( incentivo gratuito offerto al cliente in cambio del proprio contatto mail ) è ottimale per conseguire questo obiettivo. Spesso il contenuto coincide con un bene digitale: Ebook, guide, coupon, consultazioni ecc.

Definiti i lead magnet, si vanno ad inserire i moduli di completamento che l’utente andrà ad ultimare inserendo i propri dati. 
Ad esempio, un e-commerce di vestiti potrà offrire un codice sconto del 10% ad ogni utente che vorrà iscriversi alla newsletter. Sponsorizzato lo sconto dal titolo “Ottieni codici sconto e news sui prodotti di tendenza” inserisci una CTA “Iscriviti subito”. Di seguito ad essa potrai andare ad aggiungere un campo richiedente il nome dell’abbonato ed un altro dedicato alla sua mail di contatto.

Scegliamo il servizio di Email Marketing 

L’attuazione di un piano di mailing non è compito facile. Il molteplice numero di iscritti richiede un sistema di gestione per quanto riguarda l’invio dei messaggi strategici e l’analisi del loro andamento. 

Diverse sono le piattaforme in grado di soddisfare questi bisogni - per questo motivo è di fondamentale importanza adottare un sistema che si integri con l'infrastruttura digitale dell'azienda (crm, e-commerce, landing page ecc...) e che sia in grado di rispondere a esigenze di marketing automation (ad esempio email di benvenuto, reminder per i carrelli abbandonati o specifici funnel).

Segmenta il tuo pubblico

Il passo successivo consiste della divisione del pubblico in fasce di interessi. 

La segmentazione, infatti, è la chiave per rendere gli input diretti e per presentare comunicazioni specifiche che colpiranno desideri delineati del pubblico di riferimento.

Tra le categorie di divisione troviamo: 

  • Demografia: età, sesso, fascia di reddito
  • Area geografica: regione, lingua
  • Comportamento sul sito web
  • Importo speso 
  • Posizione ricoperta nel funnel 
  • Interessi personali

Crea contenuti interessanti

Se il digital marketing lo intendiamo come una casa,  una stanza è occupata dal content marketing

Rendere il nostro messaggio desiderato e non fastidioso è di estrema importanza. Noi dobbiamo essere degli ospiti graditi nelle caselle postali. 

Un principio cardine lo ricopre la ponderazione nel numero di mail da mandare.

È vero che più ne spediamo, più vendiamo. Ma più mail significano meno aperture e meno aperture significa generare una perdita di CTR (click-through rate) nel lungo periodo creando così assuefazione al brand. 

Una tecnica di scrittura persuasiva in alcuni casi potrebbe concretizzarsi con una comunicazione individuale: chiamiamo il nostro lettore per nome, usiamo la seconda persona, facciamoci vedere trasparenti e non trascuriamo un accenno di umorismo.

Analizza e ottimizza le tue campagne

Come ogni piano d’azione di marketing, anche l’emailing deve essere tracciato ed ottimizzato in corso d’opera.

Le principali analisi riguarderanno: 

  1. Il tasso di consegna: valuta il grado di qualità della lista di partenza.
  2. Il tasso di apertura: evidenza il grado di  vitalità e attività della lista.
  3. Il tasso di rimbalzo: indica il numero di mail non consegnate. Alterego del tasso di consegna, se è alto funge da allarme per scarsa qualità della lista.  Nel peggiore dei casi avvia un processo di filtraggio e successivo blocco dell’IP.
  4. Il tasso di click: sottolinea le volte in cui l’iscritto ha cliccato sul contenuto.
  5. Il tasso di conversione: registra il rapporto tra obiettivi aziendali e azioni compiute  dall’utente.
  6. Il tasso di reclami per spam: mostra se e quante mail vengono contrassegnate come spam.

Tutti questi fattori rendono l'Email marketing uno strumento di acquisizione tra i più efficaci in quanto risulta personale. Le email ci consentono di inviare diversi contenuti a diverse persone a seconda dei loro particolari interessi.
Messa a confronto con le tecniche di marketing universali, l’emailing spicca nella generazione di conversioni.

L'autore del post
Beatrice Dal Ponte
Giovane collaboratrice di Performarsi formata nel digital marketing a tutto tondo. Creo contenuti studiati per arrivare in maniera ottimale agli occhi del pubblico e di Google.

Performarsi Digital S.r.l.

Performarsi S.a.s

© 2020 Performarsi Digital S.r.l.