Come pubblicizzare una storia Instagram dal Business Manager

30 Giugno 2021Beatrice Dal Ponte

Instgram’s Story

Instagram: Social Media fotografico nato nel 2010, sviluppato da Kevin Systrom e Mike  Krieger e successivamente acquistato, nel 2012, da Facebook per una somma di circa 1 miliardo di dollari. 

L’App oggi conta più di 1 miliardo di utenti attivi, 500 milioni dei quali navigano all’interno della piattaforma ogni giorno. 

Dalla data di lancio ad oggi centinaia sono stati gli aggiornamenti apportati, ma ad innalzarsi dalla massa è stata l’integrazione delle Stories.

Le Instagram Stories sono foto, testi o brevi video dalla durata di massimo 15 secondi, inseribili all’interno della sezione dedicata. “Vivono”, per così dire, per 24 ore e vengono utilizzate dagli utenti per documentare le proprie giornate o semplicemente per condividere un particolare momento in real time.

Ma le loro funzionalità non si limitano a questo. Tramite le Storie di Instagram, infatti, è possibile effettuare sponsorizzazioni, campagne pubblicitarie e di remarketing. Ogni giorno 300 milioni di utenti navigano all’interno di esse e, per le aziende, intraprendere attività di sponsorizzazione al loro interno è diventato un must have.

Sponsorizzare da Business Manager o da Instagram

Sponsorizzare un qualsiasi contenuto all’interno dell’App è possibile, ma non sempre conviene. 

Gli obiettivi forniti dal social, infatti, sono molto limitanti. Esso permette solamente tre opzioni:

  1. Più visite al profilo
  2. Più visite al sito web 
  3. Più messaggi

L’utilizzo di Business Manager amplia il raggio di scelta a undici opzioni.

La vera forza che risiede nell’andare a creare inserzioni all’interno dallo strumento gestionale è la possibilità di definire un target specifico. A differenza di effettuare la campagna direttamente da Instagram, Business Manager applica un focus molto più specifico che permette di modellare il raggio d’azione come meglio si crede. 

Instagram Stories ADS

Le Instagram Stories ADS sono un particolare formato pubblicitario. Compariranno appunto all’interno delle Storie, presenti in Instagram nella parte alta della schermata iniziale, attorniate da un cerchio colorato intorno all’immagine del profilo. 

Ad avvantaggiarle è la loro discrezione. L’essere poco invasivi in Instragram è l’arma vincente. Esse saranno funzionali al Brand nel raggiungimento di diversi obiettivi.
Proprio grazie a questa prima loro caratteristica, le Stories si prestano in maniera ottimale nell’andare a raggiungere nuovi segmenti di pubblico. 

Dati che parlano da soli: una Storia su cinque riceve un Direct dai propri spettatori. 

I formati disponibili sono:

  1. Video di massimo 15 secondi; 
  2. Grafiche o foto riprodotte per 5 secondi;
  3. Caroselli: serie di contenuti ( massimo 3) all’interno di un singolo annuncio.

Come sponsorizzare le Instagram Stories dal Business Manager

Sponsorizzare una Storia all’interno dello strumento gestionale segue i medesimi passaggi di una qualsiasi campagna Instagram, Facebook, Messenger e Audience Network. 

L’unica differenza la troviamo a livello di Obiettivi: per la creazione di annunci Instagram Stories sono supportati tutti gli obiettivi ad eccezione di “interazione” e di “vendita dei prodotti del catalogo”. 

Ad ogni modo, i passaggi che si dovranno seguire per creare un annuncio sono:

  1. Accedere alla piattaforma Business Manager, spostarsi nella sezione “Account Pubblicitario” e selezionare di voler creare una nuova campagna.
  2. Scegliere l’obiettivo più consono al raggiungimento del risultato desiderato ricordando  di non selezionare i due obiettivi esclusi sopracitati. 
  3. Definire il pubblico che si vorrà raggiungere targettizzando per età, luogo, genere, lingua, interessi, dati demografici avanzati e comportamenti. 
  4. Selezionare la voce “modifica posizionamenti” per andare a definire che la campagna verrà effettuata solo all’interno dell’app di Instagram, in particolare nelle Stories. 
  5. Impostare il Budget e la programmazione dell’inserzione. Questo è il passaggio più delicato, verrà chiesto di ottimizzare la campagna a seconda dell’obiettivo.

    Un esempio: all’inizio della creazione della campagna ho impostato come obiettivo: “traffico”, ma per traffico voglio intendere ogni click effettuato nel mio annuncio oppure solamente quei click ( non accidentali) che hanno portato ad un’effettiva visualizzazione di pagina? In questo caso andrò a selezionare: “Visualizzazioni della pagina di destinazione”

    Successivamente si andrà ad impostare il budget: a livello di costo medio per click: la somma che inserirò sarà il limite massimo che permetterò a Facebook di spendere per un click; a livello di Budget giornaliero spedibile per la campagna. 
  1. Scegliere gli elementi che determineranno l’aspetto della tua inserzione. A livello di Stories si potrà modificare il colore di sfondo per i contenuti non verticali e, se necessario, si potranno aggiungere sondaggi.
  2. Concludere l’inserzione

Sponsorizzare le Instagram Stories ADS è quindi un lavoro che richiede attenzione e precisione. Nonostante ciò però permetterà di fare la differenza a livello di crescita del Brand e contribuirà al miglioramento delle vendite aziendali.

L'autore del post
Beatrice Dal Ponte
Giovane collaboratrice di Performarsi formata nel digital marketing a tutto tondo. Creo contenuti studiati per arrivare in maniera ottimale agli occhi del pubblico e di Google.

Performarsi Digital S.r.l.

Sede operativa

© 2020 Performarsi Digital S.r.l.