I vantaggi di HTC su iPhone

I vantaggi di HTC su iPhone

La prima sensazione che offre HTC Desire HD é di estrema libertà e versatilità, sia in termini di configurazione che di possibilità di utilizzo.

Android offre il vantaggio di essere un sistema estremamente aperto, in grado di adeguarsi al modo di operare dell’utente in maniera sufficientemente intuitiva.

La schermata principale può essere personalizzata con l’inserimento di widget e di scorciatoie in grado di visualizzare numeri preferiti, aggiornamenti relativi ai social media, previsioni del tempo, luoghi consigliati, mappe ecc… Inoltre la perfetta integrazione con facebook ed i social media in genere offre la possibilità di far dialogare agenda, contatti, calendari anche al di fuori dell’applicazione.

Ma proviamo a far luce sulle caratteristiche che contraddistinguono i due device :

Integrazione a servizi mobile e gestione dei contatti

Come era prevedibile HTC si integra perfettamente con GMail e le Google Apps in genere. Nel corso delle prima configurazione il sistema richiede credenziali di accesso e provvede a sincronizzare rubrica, calendari e mail, inoltre accedendo al nostro account di facebook provvede automaticamente a scaricare le immagini dei profili, relativi ai nostri amici.

La gestione dei contatti é fatta davvero bene, per quando su iPhone risulti nel complesso più leggibile e comprensibile, soprattutto in fase di modifica e cancellazione del contatto.

Un unica pecca riguarda il campo ‘azienda’ il quale non viene preso in considerazione all’interno del sistema di ricerca della utility telefono, fortunatamente questa mancanza é compensata dalla possibilità di ricercare una persona attraverso la digitazione di parte del campo; cosa che su iPhone risulta impossibile in quanto il sistema effettua la ricerca sul campo intero.

Invio di sms multipli

Su iPhone l’invio di sms multipli risulta sempre scomodo, i destinatari devono essere aggiunti uno per volta obbligando l’utente ad accedere ripetutamente alla rubrica. Su htc e android in genere basta aggiungere la spunta sui singoli contatti oppure inviare l’intero messaggio ad un gruppo.

Tastiera

La tastiera risulta ben pensata, in modalità qwerty garantisce una soddisfacente precisione, per quanto il sistema di correzione e la disposizione dei caratteri speciali, la rendano lievemente inferiore rispetto a quella di iPhone.

È inoltre possibile usare una tastiera alfanumerica con il classico t9 ma sfortunatamente una volta impostata appare su tutte le app compreso il browser e per commutarla a tastiera convenzionale occorre rientrare nelle impostazioni del sistema.

Dropbox e file manager

L’aspetto che fa veramente la differenza è la possibilità di fare upload e sincronizzare i propri file su sistemi di storage online. Purtroppo su iPhone bisogna passare per iTunes oppure comprare servizi come mobile me che comunque non garantiscono l’organizzazione dei propri documenti. Su android è possibile installare file manager e far visualizzare il telefono come unita esterna. Cosa non da poco che apre tantissimi scenari in termini di produttività.

App store

Niente da dire, l’apple AppStore é 1000 volte più affascinante e ricco di applicazioni. La cosa che si respira usando l’android market é una maggiore libertà come se le applicazioni non fossero elementi eterogenei che funzionano in maniera distaccata ma veri e propri tasselli che vanno ad aumentare le possibilità del device offrendo nuove integrazioni, widget ecc… Logicamente il prezzo da pagare per questa libertà risiede nel rischio di scaricare applicazioni maligne che su AppStore non esistono.

Un’altra cosa affascinante risiede nel fatto che le app scaricate e le loro relative configurazioni non risiedono su iTunes come avviene per iPhone, bensì sono legate al proprio account di google. Questo vuol dire che in caso di reset o cancellazione del device basta inserire la propria username e password per ritrovassi le proprie applicazioni già installate e configurate.

Touch-screen ed interfaccia grafica

Il touch si avvicina tanto a quello dell’iPhone, per quanto l’esperienza tattile offerta dai dispositivi apple risulta tuttora insuperabile. Il sistema multitouch permette inoltre di zoomare come avviene sull’iphone.

L’interfaccia grafica è davvero sbalorditiva, il processore garantisce dei buoni effetti grafici ed una piacevole esperienza utente. Sicuramente si tratta di una interfaccia grafica estremamente evoluta, concepita per fare funzionare il telefono da hub digitale comprensivo di mail, contatti, agenda, rubrica, social media, geotag, strumenti di localizzazione, file ecc..

Non si tratta di una interfaccia minimale come quella di iPhone, per questo sicuramente risulta meno intuitiva e necessita di un bel periodo di training prima di prenderne confidenza, cosa che sull’iphone non capita.

Altro

Altre feautures riguardano il thetering wireless che permette di far funzionare il telefono da router wireless al fine di condividere la connessione ad internet con altri device e computer. Cosa utilissima soprattutto in mobilità.
Deludente invece la durata della batteria che sotto stress garantisce massimo una giornata.

Assai soddisfacente il tempo di accensione del telefono che si attesta sull’ordine di una decina di secondi.

Buona la fotocamera, ( per quanto da una 8Mpx mi sarei aspettato qualcosa in più ), ovviamente tutti gli scatti possono essere sincronizzati in tempo reale verso picasa ed altri servizi di foto o storage online.

Conclusioni

Htc desire HD é un telefono sorprendente che riserva grosse soddisfazioni, concepito per garantire una piena integrazione con internet ed i vari servizi online, indispensabili se si lavora in mobilità. Offre svariate possibilità ed un livello di integrazione e libertà che iPhone non riesce a garantire, il livello di personalizzazione é elevatissimo permettendo all’utente di adattare il device alle specifiche esigenze di lavoro, tutto questo a discapito della semplicità e dell’immediatezza.

La sincronizzazione con Pc e Mac é relativamente semplice anche se la necessità di sincronizzazione é davvero minima vista la perfetta integrazione con l’universo internet e gmail.

– Daniele