Creare una campagna nella Rete di ricerca con Google Ads

6 Dicembre 2020Daniele De Marchi

L’ottimizzazione di una campagna di Ricerca all'interno di Google Ads rappresenta un passaggio fondamentale nella gestione delle proprie campagne di Digital Advertising.

Fortunatamente Google Ads è stato ingegnerizzato in maniera tale da fornire una serie di strumenti atti a creare degli impianti di adv che rendono gestibili in maniera capillare le varie entità in gioco.

Più precisamente nella rete di ricerca esistono una serie di contenitori annidati i quali hanno lo scopo di rendere agevoli i passaggi creando una sorta di sottoinsiemi tematici.

Gli elementi in gioco all’interno di una campagna di ricerca sono i seguenti:

Campagna: Rappresenta il contenitore attraverso il quale definire le impostazioni globali di tutti gli annunci che verranno attivati in corrispondenza di determinate ricerche. Nello specifico il budget giornaliero, l’area geografica, il costo massimo per click ecc…

Gruppi di annunci: Gli annunci che verranno attivati da specifiche ricerche effettuate dagli utenti

Parole chiave: Ovvero i termini di ricerca – presenti all’interno del singolo gruppo di annunci e il loro tipo di corrispondenza (sistema in grado di determinare la rosa semantica di ricerche entro la quale verrà attivato o meno un annuncio)

Annunci: Gli annunci che compariranno – dapprima a rotazione e successivamente guidati dalla loro resa – quanto l’utente effettua una determinata ricerca.

Come creare l’annuncio perfetto su Google Ads

L’annuncio perfetto è quello più aderente alla ricerca effettuata dagli utenti – questo significa che strutturando in maniera sufficientemente capillare i gruppi di annunci sarà possibile differenziare argomenti, finalità e registri comunicativi.

Come afferma David Ogilvy “quando scrivi un titolo, sappi che hai già speso 80 centesimi del tuo dollaro” questo significa che un titolo efficace permette all’utente di tuffarsi nel contenuto.

Fortunatamente un annuncio Google Ads è composto da alcuni elementi collaterali che permettono di fornire all’utente ulteriori informazioni come ad esempio descrizioni, collegamenti trasversali a altre pagine, numeri di telefono, link a mappe e molto altro ancora.

Un altro aspetto fondamentale è rappresentato da quella che in gergo viene definita “legge della varietà indispensabile” – tanti più annunci saranno contenuti all’interno del singolo gruppo tanto più sarà possibile da parte dell’utente stabilirne l’efficacia, le modalità comunicative preferite dagli utenti, la resa in termini di click e di rendimento globale – inoltre lo stesso algoritmo di Google Ads avrà maggiore possibilità di attivare l’annuncio più pertinente alla parola chiave ricercata dall’utente.

In ultima istanza va sempre prestata notevole attenzione alla pagina di atterraggio a cui far convergere le ricerche, accertandosi che le informazioni citate nell'annuncio siano inclusi in tale pagina.

La scelta delle parole chiave

Oltre allo strumento di pianificazione delle parole chiave, presente all’interno di Google Ads è necessario lavorare con molto tatto e attenzione chiedendosi sempre se le parole selezionate sono il linea con gli obiettivi e le informazioni che mettiamo a disposizione.

Ricerca, pianificazione e organizzazione rappresentano i passaggi chiave nella selezione di argomenti e termini di ricerca. Alla luce di questo è necessario prestare attenzione ad alcuni dettagli:

I criteri di corrispondenza che consentono di controllare le ricerche che attivano la pubblicazione dell'annuncio. Ad esempio una corrispondenza generica mostra l’annuncio a un ampio segmento di pubblico mentre la corrispondenza esatta raggiunge specifici gruppi di clienti.

Il costo per click: Che potrebbe essere impostato manualmente oppure lasciato definire in automatico da Google Ads

La pertinenza delle parole prescelte all’interno del singolo gruppo di annunci.

In ultima istanza un ruolo fondamentale è giocato dalla sperimentazione – la quale deve seguire una logica scientifica bilanciando in maniera adeguata parole, annunci e pagine di atterraggio.

Per approfondire alcuni dettagli tecnici relativi alla configurazione di una campagna, i tipi di corrispondenza e gli elementi che compongono un annuncio abbiamo preparato una mini guida tecnica.

Nel video seguente troverai:

  • Un esempio di campagne create con relative impostazioni
  • La specifica degli elementi utili per leggere i risultati di una campagna (cosa sono le impressions, le interazioni, il tasso di interazione, conversioni e click).
  • Come sono strutturati i gruppi di annunci
  • Come impostare e inserire le parole chiave in un gruppo di annunci in una rete di ricerca (con esempi)
  • Elementi che compongono un annuncio (url, titoli, snippet, pipe, descrizioni)


L'autore del post
Daniele De Marchi
Esperto in Strategia Digitale. Formatore con ventennale esperienza negli ambiti manageriali, comportamentali e di vendita. Nel tempo libero musicista, autore e arrangiatore.

Performarsi Digital S.r.l.

Sede operativa

© 2020 Performarsi Digital S.r.l.